Manutenzione aree verdi: come prepararsi all’arrivo dell’estate?

Manutenzione aree verdi

La manutenzione delle aree verdi varia a seconda del periodo dell’anno. In particolare, con l’arrivo dell’estate e delle temperature elevate, tipiche del clima mediterraneo, occorre prevedere una serie di interventi, volti a “preparare” il terreno in vista di caldo, sole e afa. Anche la cura del giardino, durante la stagione estiva, va effettuata con modalità differenti: cambiano i tempi di irrigazione, i prodotti da somministrare e le specie da coltivare.

Per assicurare una corretta manutenzione alle aree verdi della vostra azienda o del vostro Comune, così come al giardino della vostra abitazione, la scelta migliore è farsi affiancare da una ditta specializzata e, soprattutto, tenere sempre a mente i seguenti consigli:

Preparare il terreno

Tra la fine di Maggio e gli inizi di Giugno, è bene preparare il terreno alla calura estiva. Come? Con la somministrazione di sostanze nutritive, che andranno ad incentivare lo sviluppo delle piante nei mesi successivi, proteggendole nella delicata fase della crescita.

Una corretta irrigazione

Gli esperti in fatto di manutenzione di giardini e aree verdi consigliano di irrigare in maniera regolare il terreno, prediligendo quelle fasce orarie meno calde e assolate della giornata: dunque, al mattino presto o al tramonto, oppure nelle ore notturne.

Scegliere le specie adatte

Alcune specie di piante e fiori sono adatte a crescere anche nei mesi estivi, in quanto resistono bene al sole e al caldo. Altre ancora, come il gelsomino, la lavanda e il girasole, prediligono le temperature più alte e, dunque, sono perfette per la calda estate italiana.

Se avete bisogno di ulteriori consigli per la progettazione e la manutenzione di giardini, parchi e aree verdi sia pubbliche che private, affidatevi ad Arte Verde Giardini!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *